MUCCI VIOLA NORME E NON CESSA DI FAR DANNI
Un esposto al Prefetto, che dorme sonni tranquilli, non ferma il ciclone Mucci, che continua a imperversare su Castelvetere.
Sabato 21 Novembre, a solo otto giorni dal voto tiene un consiglio comunale in violazione dell'art. 38 dello Statuto e creando turbativa alla campagna elettorale, alla quale partecipano cinque consiglieri uscenti, come affermano i membri dell'opposizione e tanti cittadini, che hanno sottoscritto l'esposto al Prefetto.
I rimanenti consiglieri di maggioranza, radunati non si sa a quali costi, visto che sono stati fatti venire da Milano o recuperati dopo un anno d'assenza dal Consiglio, approvano da soli tanti provvedimenti, che davvero non hanno il carattere dell'urgenza e dell'improrogabilità; l'Opposizione, infatti, consegnato l'esposto, abbandona la riunione, ritenendola illegittima.
Il Consiglio rinvia due argomenti, che prevedevano rimborsi di spese legali, tra cui oltre 43 milioni del Sindaco per un solo giudizio, e un debito fuori bilancio per Via San Pietro e Via Municipio, che, a seconda dei giorni e del tempo, oscilla dai 230 a circa 300 milioni; per essi, già portati altre volte in consiglio, ancora non sono pronte le carte.
Si ratifica una variazione di bilancio, facendo risuscitare la 112 di G.C., defunta con la bocciatura nell'ultima riunione di Consiglio. Dopo tante proteste e quando la neve ha già fatto la sua comparsa, la Comunità Montana e la tempestività di Mucci, che di ciò informa telefonicamente il sig. Pietro Luciano il 13 u.s., hanno consentito di approvare un progetto, che dovrebbe risolvere anche la frana di Contrada Ciampino.
Solo una diffida del Co.Re.Co. spinge ad approvare il riequilibrio di bilancio, che tuttavia rimane sotto condizione. Il Sindaco, che dice di essere "Sollecitato quotidianamente dal dirigente della Tammaro Gas", fa approvare anche la convenzione con quella società per la distribuzione del Metano, facendo leggere solo le rubriche dei singoli articoli. Fra illegalità e illegittimità dovrebbe essersi conclusa finalmente l'èra Mucci, che per congedo evoca la spazzatura, in cui ha costretto Castelvetere e i Castelvetresi per nove lunghi anni.


Castelvetere, 22/11/1998.

Per informazioni ci si puo' rivolgere all'Autore per e-mail all'indirizzo: elio.bontempo@castelvetrese.it.

  Torna alla home page

Questa pagina è stata visitata
231 volte